categoria azienda Erboristeria Panta Rei
logo Erboristeria Panta Rei
Erboristeria Panta Rei
Erboristeria
Erboristeria



I TEST offerti

                               dall' Erboristeria Naturopatica


                                                                             


L’erboristeria Panta Rei di Origgio (VA), oltre che di trattamenti di naturopatia, si occupa anche di effettuare test del DNA per le intolleranze alimentari:


   al lattosio e al glutine

   per la disbiosi intestinale.




    TEST DNA per INTOLLERANZE ALIMENTARI

Il test del DNA completo per le intolleranze alimentari si basa sull’analisi di:


    600 alimenti


ed è indicato a tutti i soggetti che manifestano disturbi quali gonfiori, emicranie, meteorismo, dermatiti e le altre sintomatologie facilmente collegabili alle intolleranze alimentari.



Oggi, il test del DNA per le intolleranze al glutine ed al lattosio offre ai pazienti la possibilità di conoscere se si è o meno intolleranti a questo genere di alimenti, senza alcun tipo di sofferenza.


Il test, infatti, è eseguito semplicemente con un tampone a secco ed il prelievo di una ciocca di capelli. L'analisi è effettuata a livello del DNA con ripetibilità del 100%.



    COS'E' la CELIACHIA?


La celiachia è un’infiammazione cronica dell’intestino tenue dovuta all’ingestione di glutine nei soggetti predisposti.


Tra i sintomi, che si possono verificare nei soggetti di tutte le età ci sono:


    diarrea cronica

    dolore addominale

    ritardo della crescita e astenia (riduzione dell’energia).




Tra le principali cause della celiachia rientrano indubbiamente sia fattori genetici che ambientali:


    la presenza dei primi è testimoniata da specifici studi condotti sui familiari dei pazienti, che hanno dimostrato un’intolleranza pari al 10%,

    mentre i fattori ambientali sono rappresentati dal glutine, ovvero la componente proteica delle farine, dell’orzo e della segale.






    Il risvolto di questi studi è che, per ogni paziente diagnosticato, è opportuno consigliare il test anche ai familiari di primo grado che, come anticipato, hanno una possibilità del 10% di essere a loro volta soggetti celiaci.
























    INTOLLERANZA al LATTOSIO


L’intolleranza al lattosio è una condizione caratterizzata da disturbi gastrointestinali che insorgono in seguito all’assunzione di alimenti contenenti questo tipo di zucchero.





    Tale condizione, infatti, è generata dalla mancata produzione da parte del duodeno dell’enzima lattasi:

il cui compito è la scissione del lattosio in glucosio e galattosio che, quando separati, possono essere assorbiti.





Il duodeno (detto anche “intestino tenue fisso”), assieme a digiuno e ileo, è una delle componenti dell’intestino tenue.



La sua funzione è quella di preparare, attraverso gli enzimi, gli alimenti che verranno poi assorbiti nel resto dell’intestino tenue.

L’intolleranza al lattosio non è un’allergia, come si è soliti pensare: le allergie al latte, infatti, sono sostenute dalle proteine contenute nello stesso.


Esistono numerosi prodotti privi di lattosio, come il latte ad alta digeribilità, ma per supportare una dieta priva di latte e latticini (e quindi priva di calcio):



si può procedere con l’assunzione dell’enzima lattasi, normalmente prodotto dal corpo umano, mediante gli integratori alimentari.




Icona Servizio

Digestione

Icona Servizio

Alimentazione

Icona Servizio

Squilibrio della flora batterica

    LA DISBIOSI INTESTINALE



La disbiosi è uno squilibrio microbico, noto anche come disbacteriosi, comunemente riportata come una condizione inerente al tratto digestivo.


Generalmente, le colonie microbiche sulla superficie del corpo sono benefiche – eccetto casi particolari – e sono in grado di svolgere una serie di utili funzioni, tra cui l’aiuto alla digestione.





Inoltre, hanno le capacità di proteggere il corpo dalla penetrazione dei microbi.







    La disbiosi intesinale, nello specifico, è una condizione caratterizzata dallo squilibrio della flora batterica, che può compromettere la funzionalità dell’intestino e causare una serie di disturbi correlati:

come la diarrea, la stipsi, la colite o il reflusso.





Quando l’equilibrio microbiotico viene alterato, le colonie di batteri presentano una ridotta capacità di controllare la reciproca crescita, che può portare ad una conseguente proliferazione di una o più di esse.


Le colonie microbiotiche, inoltre, sono anche in grado di espellere le tossine, per mezzo di meccanismi di rimozione dei sottoprodotti di scarto.


Quando il numero di queste colonie aumenta a dismisura, però, aumenta anche il numero di sottoprodotti espulsi, il che risulta in un sovraccarico del meccanismo.



La disbiosi può dipendere da numerosi fattori, nonostante i più comuni siano:


    stress

    cattiva alimentazione

    farmaci antibiotici

    patologie intestinali.






    Il rischio di disbiosi è molto alto nei pazienti chemioterapici, in quelli che si sottopongono a operazioni gastro-intestinali, in quelli in terapie antibiotiche e in coloro che sono in ripresa post-intervento.











Tutti i test per le intolleranze alimentari e i disturbi intestinali

sono per nulla invasivi e dolorosi e vengono effettuati sui pazienti

da personale esperto, competente e professionalizzato.







Via Repubblica, 42
21040 - Origgio - Varese
Contatta
Erboristeria Panta Rei
informativa